Archive for Novembre 2004

27 Nov 2004

scrivo per riflettere….3

Filed under Senza categoria


perdonami piccola freccia…stò per venire a giocare a colorare con te.
perchè ti chiamo piccola freccia?
ecco perchè:

I tuoi figli non sono figli tuoi,
sono i figli e le figlie della vita stessa.
Tu li metti al mondo, ma non li crei.
Sono vicini a te, ma non sono cosa tua.
Puoi dare loro tutto il tuo amore,
non le tue idee…
Perchè essi hanno le loro idee.
Puoi dare dimora al loro corpo
ma non alla loro anima.
Perchè la loro anima
abita nella casa dell’avvenire,
dove a te non è dato entrare,
neppure col sogno.
Puoi cercare tu di assomigliare a loro
ma non volere che essi assomiglino a te.
Perchè la loro vita non ritorna indietro
e non si ferma a ieri.
Tu non sei che l’arco che lancia i figli
verso il domani…
Kahlil Gibran

credo in queste parole…credo che non devo mescolare le nostre vite, che non devo condizionare le mie scelte per te e non dovro’ mai rinfacciartelo come fanno tanti.
Sai già riflettere con acume e sensibilità…non tanti avrebbero detto ciò che hai detto tu di Gandhi, ci sono voluti cuore e testa per dire quella piccola cosa.
Credo che se sarò felice…lo sarai anche tu…credo che ….ti voglio e ti vorro’ sempre libero di scegliere per la tua vita.
HO sempre cercato di farti camminare da solo…se hai bisogno sai che ci sono…sempre. Ma non devo dirti io dove andare…troverai da solo la tua strada.
un mare di baci per te…e non scappare come al solito per non farteli dare…tanto se voglio…ti prendo!!!!

7 commenti

27 Nov 2004

scrivo per riflettere….2

Filed under Senza categoria


bhe’…stavolta tocca a te il posto d’onore.
non ho mai scritto di te qui, sembra quasi che non esisti.
per la verità non ho mai scritto di te quasi mai nei miei diari.
Non c’era molto da dire: tranquillità, pace e serenità sono stati il filo conduttore del nostro rapporto.
Non abbiamo mai litigato, mai discusso, mai arrabbiati.
e da mesi ormai…neppure parliamo più.
Ma stasera dovremmo (uso il condizionale perchè ormai sono abituata a veder stravolgere cose pianificate all’ultimo istante…ed anche stamattina c’è stata un avvisaglia che potrebbe accadere di nuovo) finalmente parlare…
l’avvio me l’ha dato la richiesta di MV…ma ormai i tempi erano maturi comunque.
Per me è stato bello.
Non rimpiango nulla…ci ho creduto…e ci ho messo tutta me stessa finchè ci ho creduto, eri tu la ragione della mia vita.
anzi…mi reputo fortunata di aver passato così tanto tempo felice, convinta al 110% di ciò che provavo per te, non molti sono così fortunati.
eravamo la perfezione.
sempre sorridenti…il ritratto della felicità coniugale.
negli occhi di piccola freccia vedo il mio amore per te com’era.
…poi…un mattino d’estate mi sono accorta che respiro anch’io, ma a te non importava più di tanto, a quanto pare.
non era estate per la verità…era l’autunno/inverno 1999…è cominciata la distruzione della mia ex vita.
stamattina MV mi ha invitato a non parlare con nessuno oggi per non farmi influenzare nei nostri discorsi di stasera.
Forse è stato un invito superfluo, ma ho apprezzato che l’abbia pensato e che l’abbia detto…è una delle cose che mi piace di lui, mettersi sempre dall’altra parte della barricata.
bhe’..scrivo qui e rifletto.
carissimo..il problema è che non riesco a perdonarti. Per questo finirà.
Non sono neppure riuscita ad odiarti…forse…l’avessi fatto…chissà…la vita è strana.
Non posso perdonarti di aver distrutto l’unica possibilità che il mio sogno diventasse realtà, ed il mio sogno non era irrealizzabile, era nelle tue mani, nel tuo cuore..e tu…l’hai gettato lontano.
Non potrò mai più raggiungerlo…se non in un’ipotetica altra vita.
Volevo una famiglia come la volevo io…non come la volevano “gli altri” e tu dovresti sapere a chi mi riferisco.
Dovevi sapere tu più di tutti quanto avessi bisogno di “una famiglia vera”.
tu sapevi le mie origini, la mia adolescenza, i miei vuoti.
ma no….il tuo egoismo, l’amore più grande che non era per me…ma per te stesso e per chi ti ha dato la vita,…non ti ha permesso di decidere il meglio per noi.
ed io…non ti ho amato abbastanza per accettarlo…perdonami.
e poi sai come succede…quando passa l’amore…vedi tutto con altri occhi.
finisce la magia che colora tutto di rosa….e vedi la realtà come realmente è.
Non che prima fossi realmente cieca…ma ..bho’…giustificavo tutto.
Mi rendevo conto che spesso anteponevi te stesso a me sia in piccole che in grandi cose…ma…era giusto…i tuoi desideri venivano prima dei miei.
Mi rendevo conto che….certe cose, avvenimenti che desideravo, spesso rimanevano desideri irrealizzati…ma cavolo…non so’ descriverti cosa ho provato quando ho capito che non capitava per caso, per destino…ma solo perchè TU fin dall’inizio te ne fregavi di ciò che avrei voluto e che per evitare discussioni (quelle famose discussioni che sono sempre mancate nella nostra vita) aspettavi per farmelo capire l’attimo in cui…non era più possibile porvi rimedio?
ho un elenco di prese in giro lungo un chilometro…e ce l’ho perchè non si trattava di sciocchezze…a quelle ho fatto caso solo negli ultimi tempi.
Mi riferisco a cose importanti…a momenti unici e irripetibili della NOSTRA vita.
momenti per i quali ti chiedevo di fare qualcosa…che solo da te avrei voluto…non da altri.
e tu…promesse…false…e poi…io da sola contro l’evidenza.
poco tempo fà avevi avuto l’opportunità di dimostrarmi che eri cambiato sotto un certo punto di vista…non ti dissi nulla per non influenzarti…(non credo che avrei potuto farlo…c’è chi su di te ha molto ma molto più potere di me…), forse non sarebbe cambiato nulla….ma cavoli… sarebbe stato un enorme mucchio di punti a tuo vantaggio…e da non sottovalutare che come ti accennai era un’occasione concessa dal caso di provare come sarebbe stato vivere l’uno senza l’altro.
ma anche stavolta…ha vinto chi sai tu.
occasione persa, forse non sarebbe cambiato nulla…bho’…ormai…non lo sapremo più…tantè che come al solito…me lo hai detto a cose fatte, tanto per non perdere il vizio.
c’è chi mi rimprovera di non aver cercato di cambiarti.
ma …non ho mai voluto che tu fossi chissà cosa…sai che mi andavi benissimo com’eri.
ma in quel periodo…non dovevi negarmi ciò che mi hai negato.
c’è chi dice che avrei dovuto accettare il tuo no. Se non te la sentivi…non te la sentivi.
ma qui viene il bello: eri tu che non te la sentivi…o parlavi con la tua voce ma con pensieri non tuoi?
se mi amavi…se sognavamo una famiglia…e si sà cosa vuol dire famiglia… perchè il tuo no?
bhe’…stasera cercherò di dirti più che posso di quello che stà scritto qui…ci proverò, dipenderà da te quanto riuscirò ad aprirti i miei pensieri.
ti dirò che ti voglio ancora bene, che non voglio la guerra …tu non sai ma è già da tanto che “ci proteggo” da una guerra.
Si sà come và in questi casi…tutti devono dire la loro.
Si mettono a scavare…a cercare le colpe…e dato che siamo tutti esseri umani…di sbagli se vogliamo metterci a cercare…ne troviamo a montagne.
spero che sapremo però ragionare per una volta con le nostre teste…ci spero proprio…per il bene nostro e di ….piccola freccia.
spero che sapremo darci l’opportunità di lasciarci reciprocamente scrivere il testo del resto della nostra vita…senza perderci….distanti ma vicini.

2 commenti

27 Nov 2004

scrivo per …riflettere 1

Filed under Senza categoria


sto ascoltando un cd…me lo ha registrato F., Tommy Emmanuel…free style
molto dolce…dovrei stare sdraiata sull’erba di un prato infinito alla luce calda del tramonto per apprezzarlo al meglio…e trovare” pace per l’anima e la mente”…ma si sà…non si può avere tutto dalla vita.
gli appunti che seguono li ho scritti tre giorni fà…li riporto qui per aiutarmi a pensare rileggendo (cambierò qualcosina…)

MV.
…non me lo sarei aspettato il discorso che mi hai fatto.
Troppo concreto…tu che vivi nei sogni più di chiunque altro.
MI hai offerto di “convivere” come “amici??” e dividere le spese per conoscerci meglio.
Da una parte è ciò che desidero da un sacco di tempo.
Dall’altra…forse un sacco di tempo è “Troppo” tempo.
e poi…l’altra faccia della medaglia.
“O tu o un’altra…da gennaio voglio cambiare vita, bhe’….certo…meglio con te, sei la prima scelta.”.
Bello.
Bello non c’è che dire…una cosa che una donna ha sempre sognato di sentirsi dire.
e poi….mi chiedi una decisione quasi immediata
e poi…hai aggiunto ” e questa è davvero l’ultima volta che te lo chiedo.”.
non solo…
Se ti rispondo “si”…devo fornirti il modo
Se ti rispondo “no”…motivazioni.
“cmq rimarremo amici”
……..
ultima cosa …” al posto tuo risponderei di No.”
com’è che non sento amore in questa tua offerta?
si….mi vuoi bene…cavolo…anzi…grazie per la gentile offerta, sei gentilissimo ad offrirmi questa opportunità…ma io…
tanto per rubare la battuta di un film (Pretty woman) VOGLIO LA FAVOLA!
avrei voluto averti per amore..non perchè sono il meglio che c’è sulla tua piazza.
voglio che tu mi ami…e a modo tuo è così.
Quante volte mi hai detto che hai rinunciato a me per amore, per non condannarmi ad una vita di “sacrifici”?
dov’è lo sbaglio? averlo deciso per me.
Tu hai deciso che volevi avermi…e hai conquistato il mio cuore.
poi…per motivi onorevoli (XXII 6 L.) hai deciso che avevi sbagliato (l’errore era nel tuo movente carissimo, credo che poi tu ti sia ritrovato vittima del tuo stesso gioco…)…ed hai cercato di riparare.
come? facendomi soffrire, eclissandoti.
quanto mi hai fatto male…tanto male.
ma ciò che provavo per te era più grande del dolore…e io ogni volta non mollavo (amore? testardaggine? affetto? istinto di protezione materna?incapacità di liberarmi dal tuo fascino?).
ero sempre lì….come mi dicevi…sei come un lombrico…ti taglio la testa
ma…rinasci sempre.
forse non l’hai ancora imparato…ma le persone non sono marionette inermi
nelle tue mani…dovresti averlo capito ormai.
io…non sono un burattino del quale puoi tirare i fili.
e nel cuore non c’è come optional un interruttore per accendere o spegnere i sentimenti quando vuoi o un regolatore di intensità.
e te ne sei accorto….a carissimo prezzo.
lo so’ che sembro matta…ma – io sono – le mie logiche contraddizioni.
Ma cavoli…è l’uomo che sogno…
che problemi mi faccio? Mi offre la sua vita ed io sono titubante?..anzi…valuto di rispondergli no.
Perchè?
Risposta 1: l’hai detto tu l’altra sera (25.11) il nostro è diventato amore come tra fratelli.
Risposta 2:…F ..anche tu hai capito che comincio ad affezionarmi parecchio a lui…anzi..forse è proprio questo che ti spaventa, paura di perdermi, cavolo…non l’avevo capito che sarebbe potuto accadere questo, eri stato così bravo a farmi sentire quasi un “nulla” talvolta.
Perchè allora mi hai fatto quest’offerta?
Ipotesi:
A)l’ennesimo bluff ( tu dici che non sono offerte fasulle ma impeti del cuore che poi ti rimangi…ok…ti dò il beneficio del dubbio)
B)..la conseguenza di ciò che ti ho accennato riguardo ad F…in fondo…sei geloso…hai paura che ti sfugga di mano ed ogni tanto verifichi che sia ancora attaccata all’amo e tiri un po’ la lenza…
C)talvolta ti capita qualcosa di peggio nella vita che ti fà davvero venire voglia di mollare tutto e ricominciare.
D) stai cercando di aiutarmi a riflettere…mi metti davanti ad una scelta per farmi pensare a cosa vado incontro…e poi…come dicesti tempo fà…se devi buttare la tua vita, tanto vale che lo fai con me.
E)mi ami davvero???…non riesco a crederci, sarà la mia abissale insicurezza?? e se fosse vero?
Ieri sera ti ho chiesto da 1 a 10 quanta voglia avevi di restare nella tua vita…4.
Non è poco….non sufficiente…ma si può riparare.
Sai? pagherei tantissimo per sapere cosa è meglio per te.
cosa vorresti davvero, cosa ti renderebbe felice.
Tempo fà mi dicesti che non saresti mai più stato felice, che il prezzo dei tuoi sbagli è così caro che non avresti mai finito di pagarlo.
ed io…non sopporterei di viverti accanto e vederti ogni giorno l’infelicità in fondo allo sguardo.
sei una persona straordinaria…meraviglioso, travolgente, spumeggiante, imprevedibile, sai far ridere, sai far piangere, passi dal fuoco al ghiaccio in un decimo di secondo, intelligente…
difetto? come ti ho detto un centinaio di volte…ti piace manovrare la gente.
concludendo…non è passato molto da quando scrissi di aver trovato pace collocando ciò che provo per te in uno spazio senza luogo nè tempo, avevo imparato ad amarti senza averti…ed ecco che tu………mi offri la tua disponibilità per creare uno spazio ed un tempo…….adesso….
rimettere tutto in discussione…di nuovo….uffff….che fatica vivere!!
…se ti rispondo si e mi sbaglio…condanno chi fà parte delle nostre vite innocenti, inconsapevoli, all’infelicità, ed anche noi.
…se ti rispondo no…e mi sbaglio…condanno me ad una vita nella quale passerò ogni giorno a rimpiangere questo istante.
bhe’….angelo custode mio….se ci sei…datti da fare.
se non te ne sei accorto…è il momento giusto per rimboccarsi le maniche..non stare lì con le mani in mano.

Commenti disabilitati

25 Nov 2004

ci sono momenti……nei quali io non vorrei essere io

Filed under Senza categoria


Ci sono momenti nella vita nei quali operi delle scelte…
e non lo sai, non immagini che queste determineranno in modo decisivo il tuo futuro (autunno-inverno 1999);
Ci sono momenti nella vita nei quali devi prendere delle decisioni che sai segneranno una svolta nella tua vita e in quella delle persone care.
Non mi piacciono i bivi…non mi piacciono, li evito più che posso.
Odio dover scegliere tra destra e sinistra…
odio dover tornare indietro se sbaglio strada.
ma…non posso neppure star ferma all’incrocio…
no…non si può passare troppo tempo senza riprendere il cammino, il tempo passa e non è giusto…non è giusto perdere ore, giorni, mesi, anni di vita, nè per me…nè per altri.
ma come sapere qual’è la direzione giusta?
da brava bilancina (alla faccia di chi non crede all’oroscopo)…..come prendo le decisioni importanti della mia vita?
ci penso, valuto, soppeso, considero tutte le alternative, e poi…
la decisione finale la prende il cuore buttando nel cesso tutti i buoni propositi razionali, le valutazioni e le considerazioni.
Chissà come sarà stavolta?
Sono talmente incasinata sentimentalmente parlando che………
Tu lassù…aiutami a decidere per il bene di tutti.
…perchè devo essere sempre io a decidere?
………..
F dice che sono fortunata…tutti che mi vogliono…
la metto sul ridere…tutti mi vogliono ma nessuno mi prende.
poi…invece…quando si rendono conto che stanno per perderti…tutti si ricordano che esisti.
perchè? perchè bisogna rischiare di perdere qualcosa per capire quanto vale?
perchè mi vogliono tutti?….perchè mia madre è gelosa di Paola visto che le dedico il tempo che vorrebbe per lei?
perchè per Paola nessun uomo è abbastanza per me?
perchè F. si è innamorato….sapendo che cosa è per me MV?
perchè MV mi tratta come se non esistessi e poi….mi offre la sua vita su un piatto d’argento?
perchè l’uomo che doveva amarmi come se stesso….è diventato come un fantasma?
colpa mia???
è tutta colpa mia?
……
perchè mi sento ripetere in continuazione “da te non me lo sarei mai aspettato?”
…lo sò….se mi sento ferita non urlo, non litigo, non grido….
mi chiudo in me stessa, divento irraggiungibile, imperscrutabile…
come un animale ferito mi rintano..non parlo.
Sopporto il dolore, mi lecco le ferite….poi esco dalla tana come se nulla fosse.
….e di nuovo mi feriscono…non mi ero lamentata prima…quindi non si capisce quanto sono stata male.
poi…quando si capisce il danno….è troppo tardi…troppo tardi.
…….colpa mia….solo colpa mia
mi hai dedicato questa canzone…
……..
Sembrava impossibile potesse capitarmi
invece mi è successo veramente
facevo finta di fregarmene di te
per rendermi più interessante
ma adesso sono solo veramente
il cielo grida il tuo nome
la primavera mi risveglierà come un fiore
…come un fiore….
dovresti imparare a mentire un pò più spesso
se mi volessi bene veramente
perchè le maschere che porti a volte sono più sincere
riflettono l’essenza adesso stai fingendo veramente
veramente veramente
il cielo grida il tuo nome…
la primaverà mi risveglierà come un fiore
fammi vivere una nuova illusione
fammi vivere una nuova stagione
fammi vivere veramente….
veramente….
veramente….
……….
perchè??
perchè………….perchè quando ti ero accanto tutto era scontato?
sai che non ti amo più…e non riesco a far finta di nulla…no…non ci riesco, perdonami…perdonatemi tutti…io vorrei non essere io.
forse è solo paura…paura di scegliere…
di dover dire no a qualcuno.
di far soffrire……..perchè non posso evitarlo?

2 commenti

23 Nov 2004

paura di dimenticare..oggi e sempre

Filed under Senza categoria


…la mattina è cominciata con un momento di malinconia.
Ti pensavo…sapevo che per oggi con molta probabilità non ti avrei sentito, e così è stato.
per strada…mentre lentamente percorrevo la strada per andare al lavoro, come altre mille volte ho lasciato che…qualcosa che cova dentro uscisse fuori.
stavolta non lo saprà nessuno, tranne coloro che leggono qui.
Ho preso il mio diario…e velocemente ho schizzato sulla carta poche parole.
Perchè…
perchè se penso a te il cielo è più azzurro e il sole mi scalda di più?
perchè se penso a te sulle labbra fiorisce un sorriso mentre sulle guance scorre una lacrima?
pensare.
mi domando se riesco ancora a pensare.
bhe’…talvolta ancora capita.
è così difficile in questa vita frenetica trovare il tempo per farlo.
Tempo fà mi trovai a vivere uno dei miei momenti irreali, quelli fuori dal tempo.
In casa mia, seduta, avvolta da un rassicurante silenzio, mi guardavo intorno “sorpresa” di rivedere le mie cose.
Sai che ci sono, che sono lì…sembra così ovvio, così naturale…che non pensiamo mai a cosa proveremmo a dovercene separare.
Un annetto fà (almeno così mi pare…forse di più) trovarono vicino casa mia un ordigno, un residuato bellico. Dovevano portarlo via per farlo “brillare” in un altro posto. Lo sapemmo rientrando una sera a casa, un cartello affisso al portone: tra ** giorni le abitazioni dovranno essere evacuate per consentire la rimozione dell’ordigno senza rischi per la popolazione (più o meno era scritto così).
…..ci avete mai pensato? …cosa porti via? non ha senso….l’unica cosa che ha senso è che non deve accadere nulla…perchè in quel preciso istante, tutto dentro casa tua acquisisce un valore centuplicato, ogni cosa porta con se dei ricordi, pezzi della tua vita.
E..in quel momento…capii cosa provano i terremotati.
Hai una casa, che rappresenta la tua vita, con tutto ciò che dice chi sei.
un bel giorno…per loro nessun avviso.
E sei nulla. i tuoi ricordi non ci sono più. Ti resta solo la voglia di scavare tra le macerie…per trovare qualcosa che ti dica chi sei, cosa hai fatto nella tua vita. Libri, dischi, fotografie, oggetti raccolti durante i viaggi, abiti, scarpe, la rubrica con i numeri di telefono… insomma…. tutto.
tutto è polvere.
dei soldi te ne freghi….quelli li puoi riavere. Ma la tua vita…è tutta da rifare, da ricostruire. Una nuova opportunità forse…ma basata su cosa?
Cosa siamo noi? Siamo i nostri ricordi…che spesso restano sopiti dentro la nostra testa. Un bel giorno… un oggetto, un profumo, un rumore ce li riporta freschi e vivi come fatti appena accaduti, come sensazioni appena provate.
e se tra le macerie resta qualcuno a cui vuoi bene?…….
spesso penso alle famiglie di San Giuliano……non ho parole….solo rabbia e dolore a quel ricordo (31 ottobre 2002).
Una cosa che farò nella mia vita sarà andare a San Giuliano….è una promessa che feci a me stessa in quei giorni…portare dei fiori per delle piccole gemme alle quali un prematuro, ingiusto, colpevole inverno ha impedito di sbocciare.
Non voglio perdere i miei ricordi, non voglio perdere le persone che amo.
Tanto non ho avuto, tanto ho già perso …e mai più accadrà nella mia vita che non dica un “TI voglio bene” od un “Perdonami” quando penso di doverlo dire.
l’ultimo romanzo di U.Eco, La misteriosa fiamma della regina Loana, rende bene l’idea di quanto siano importanti i ricordi.
Come riappropriarsene, tornare in possesso della propria vita.
e’ tardi…è sopraggiunto il sonno…devo andare a dormire, ma vorrei scrivere ancora…i miei ricordi…i miei sogni.
Buonanotte mondo, ti voglio bene…aiutami a non dimenticare.
smack…magari nei sogni troverò Mv…talvolta capita, nel mondo dei sogni posso stare con lui…come in una mia personale favola.

11 commenti

19 Nov 2004

una giornata ….da ricordare

Filed under Senza categoria


ieri notte mi domandavo cosa mi avrebbe portato questa giornata.
Mi ha portato tanto.
Tanto per cominciare, visto che è meglio dare che ricevere…, mi sono regalata una piccola serie di messaggini alle mie amiche più care alle quali mi piace far sapere che sono nei miei pensieri.
Ma la sorpresa più “sorprendente” della giornata è stato MV.
Quest’uomo non finirà mai di stupirmi.
Stamattina ho mandato anche a lui un sms…dettato dal solito avvenimento di ieri sera…ovvero: dopo una brevissima conversazione mi dice richiamami tra 15 minuti. Immaginavo come sarebbe finita…ho riprovato e non mi ha più risposto.
Stamattina gli ho scritto che inizio a sospettare che lui sia in realtà una talpa che un sortilegio ha trasformato in un essere umano…altrimenti non sarebbe così abile con le buche.
Ore 09.57…il cell vibra…un sms.
MV:Quando il buio spezza i raggi del sole….- è arrivato il momento di accendere la candela della speranza cercando di non sbagliare la strada
Tra una cartaccia e l’altra, una pratica e l’altra mi arrovellavo … chiedendomi il significato profondo di questo mess.
Pausa pranzo: impossibile aspettare oltre. Ti ho chiamato ben tre volte…un attacco acuto di nostalgia di te e necessità di chiarimenti(pensare che ti avevo sentito ieri sera)..ma di nuovo nessuna risposta.
..pensavo fosse finita qui…che come al solito dopo uno sprazzo di sole…saresti di nuovo scomparso a tempo indeterminato…invece..resta di stucco è un barbatrucco!!!
Hai provato a richiamarmi verso le 16.00…e poi stasera mi hai cercata di nuovo.
Mi hai riempita di buoni consigli…avevi voglia di parlare con me…mi hai anche chiesto di F….titubante te ne ho parlato, mi hai detto che il messaggio era dedicato a me…un monito a scegliere con cautela la mia nuova strada.
e cosa più meravigliosissima di tutte…mi hai detto:
sei stata…anzi sei ancora una delle persone più importanti della mia vita.
Lo sò che sembra impossibile che capiti questo tra due persone che si sono viste per un tempo totale di 3/4 ore in quasi tre anni…ma…sarà che come hai detto tu io ho un grande cuore, sarà che sappiamo vedere oltre…non sò.
Sento, sò con certezza che mi vuoi veramente bene.
E sò cosa provo per te…e le tue parole di stasera mi dicono che sono riuscita a fartelo capire.
Ti sono immensamente grata per ogni istante…bello e brutto.
Per ogni sorriso…per ogni lacrima, per tutti i pensieri che hai condiviso con me, per tutti i consigli che mi hai dato, per i momenti stupidi e per quelli tragici.
Ogni volta che ti penso…un concetto filosofico mi torna in mente: ich et nunc.
Io ti amo nell’ “ich et nunc” .
Noi non abbiamo avuto secondo la mentalità comune un nostro spazio o un nostro tempo…ma abbiamo comunicato tanto, con parole e con silenzi.
Per dirla con parole di Erich Fromm: “…l’esperienza dell’amore, della gioia, dell’intuizione e della verità non si verifica nel tempo, ma nell’hic et nunc. E l’ich et nunc è eternità, vale a dire “atemporalità”.”
Un giorno forse la vita ci porterà lontani…ma oggi ti ho sentito…ti ho sentito dentro…con le nostre domande, le nostre malinconie…ho sentito il tuo cuore battere con il mio nel mio petto…come siamo strani.
Mi hai anche raccontato della ultimissima nuova entrata…mi hai detto che mi somiglia. Un groppo in gola di gelosia…ma è passato quasi subito, sono troppo felice di sentirti sereno.
Ti amo adorabile e terribile dolce uomo.
poi…mi hai richiamato di nuovo…solo per dirmi che mi volevi salutare.
IL mio cuore quasi esplode nel petto tanto è gonfio di gioia.
è proprio vero…solo chi ha avuto fame apprezza anche un singolo granello di riso.
Ho passato giorni e giorni nell’attesa spasmodica di un tuo cenno che non arrivava…ed ora mi godo ogni singolo istante che stai con me.
si..ho sempre paura che sia l’ultimo…che tu possa sparire dalla mia vita come sei apparso…così come un miraggio…ma nulla potrà mai cancellare la pienezza di vita che mi hai dato.
se potessi….vorrei realizzare questo sogno:
io e te…una spiaggia, un tramonto di quelli che ti piace fotografare e che mi hai mandato…seduti sulla sabbia in silenzio ad ammirare il mare….se potessi…se…

Se tu dovessi arrivare d’autunno,
caccerei l’estate
come la massaia caccia la mosca,
con un piccolo sorriso e una smorfia di sdegno.

Se potessi rivederti fra un anno,
dei mesi farei tanti gomitoli -
che riporrei in cassetti diversi,
per paura che i numeri si rifondano -

Se solo fosse questione di secoli, d’attesa,
li conterei sulla mano, sottraendo,
fin quando non mi cadessero le dita
nel paese di Van Dierman.

Se fossi certa che oltre questa vita,
la mia e la tua saranno -
la butterei lontana, come una buccia, la mia -
e sceglierei l’eternità -

Ma ora – incerta della durata di questa -
che a metà si pone,
come un pungolo la sento, un’ape folletto -
di cui non sai – quando pungerà.
(1862 – Emily Dickinson)

Ho ritrovato pace nella mia vita…perchè accetto questo amore senza ieri, senza domani…solo attimi di presente. Non combatto più con me stessa per avere di più o per cercare di farti uscire dalla mia vita.
C’è chi dice che sono una debole…che mi tratti male, che dovrei dimenticarti…ma non capiscono che non posso perderti, sarebbe come chiedermi di staccarmi un pezzo di cuore.
ti amo….

9 commenti

18 Nov 2004

ce l’ho fatta….

Filed under Senza categoria


ok….stasera sono riuscita a non crollare di sonno.
é stata dura…ma ce l’ho fatta, ora mi sento molto meglio.
Ho letto, ho scritto qua e là…ci voleva proprio.
MI sento ritemprata, come se avessi rimesso le batterie in carica.
Il fiume della mia vita sembra aver passato il tratto più accidentato…ora pare che il corso sia più tranquillo…speriamo che duri almeno per un po’…ho bisogno assoluto di riprendere un pò di forze.
Mi chiedo a cosa sia dovuta la stanchezza di questi giorni…forse ad un rilassamento dopo anni di dolore, …e ti senti improvvisamente tutto il peso addosso…
Forse è semplicemente carenza di ferro come mi ha scritto Alex…
Forse è che effettivamente tra lavoro e viaggi ed altro ho accumulato veramente tanta stanchezza…
bho’
cmq…visto che scrivere mi fà bene (se riesco a superare il momento in cui le palpebre pesano circa 2 kg ciascuna) spero di replicare presto.
un pensiero:
ho voglia di svegliarmi domattina per vedere cosa mi regalerà il nuovo giorno…ormai ogni istante è prezioso per me, ogni evento è irripetibile ed ha un valore incalcolabile…l’ho imparato!
stanotte è magica….tanto che non mi sentivo così….così!!!
….un po’ di tempo solo per me…per ciò che mi piace….che bello!!!
mi sento ricostituita…
che bello pensare che ogni nuovo mattino è come rinascere e vedere il mondo per la prima volta….che bello!

6 commenti

12 Nov 2004

meglio poco che niente….

Filed under Senza categoria

rieccomi dopo un bel periodo di assenza…perchè?
un po’ di motivi…
quando hai idee, tempo e voglia di scrivere non hai un pc a portata di mano…ma soprattutto…al lavoro non c’è tempo neppure per respirare ( ci sono stati solo un paio di giorni più tranquilli…e poi di nuovo a correre dietro alle scadenze con il fiatone…uff…potrei scrivere pagine e pagine di cose sul mio lavoro…soprassediamo, è meglio.
Ultimo ma non meno influente una strana stanchezza…che mi accompagna da un po’.
La sera sono veramente esausta…non ho voglia di fare nulla…e penso con meraviglia alle notti nelle quali stavo attaccata al pc ore ed ore…anche fino alle due ed oltre.
Il tempo a mia disposizione è diventato così poco che neppure riesco a leggere tutti i post nei miei blog preferiti…e poi…scrivere commenti?…quasi impensabile!
Per la verità inizio a scrivere qualcosa…ma poi… rileggo al volo, mi rendo conto che è un’idea buttata là di fretta senza un vero contenuto, scritto solo per far capire che hai letto..ma poi..mi chiedo…si, certamente fà piacere che ti abbiano letto e che te lo facciano sapere, ma la cosa più importante non dovrebbe essere la comprensione di ciò che si è letto?
che differenza fà se a leggere i tuoi post sono milioni di persone ma neppure una ha capito cosa vuoi comunicare e non ha riflettuto sul tuo scritto?
insomma…talvolta lascio semplici saluti…ma cmq leggo sempre con attenzione i post, e se questo non mi è possibile come in questi giorni, preferisco non lasciare commenti.
bhe’…ovviamente il tempo è tiranno…ma che voglia di scrivere che ho!!!!
il portafoglio, l’agenda, il mio pc…sono pieni di foglietti, appunti…pieni di idee, ricordi…cose che vorrei riportare qui.
uffffff…ma quando passa ‘stò periodo???
smack

3 commenti

07 Nov 2004

non perdere nulla

Filed under Senza categoria

si…presto faro’ un bilancio di questo anno che sta’ per finire…non bisogna per forza aspettare il 30/31 dicembre per fare un resoconto delle cose buone e cattive che l’anno ci ha portato.
Ma…in questo momento la voglia di lasciare un ricordo e’ troppo forte.
Digito dall’aeroporto di Londra…mi sono regalata con la mia amica Paola un fine settimana a Londra.
E’ stato bello.
IL mio tempo sta’ per scadere!!
un bacio a me e a tutti

3 commenti